Furtei

Vivicittà,sport e solidarietà a Cagliari

Sport e solidarietà anche a Cagliari per la 35/a edizione di Vivicittà, la corsa che domenica coinvolgerà sessanta città italiane e grandi capitali mondiali come Tokyo, Tripoli e Sarajevo. Un euro per ogni quota d'iscrizione sarà destinata ai bambini siriani che fuggono dalla guerra. Un unico percorso, per due eventi: la camminata lungo un percorso lungo 4mila metri in prossimità della Sardegna Arena e sul lungomare Sant'Elia e la gara competitiva, sempre sullo stesso tracciato ripercorso per tre volte per un totale di 12 chilometri. "È un modo di vivere la città in maniera diversa - ha detto l'assessore comunale allo sport Yuri Marcialis - oltre che fare attività fisica all'aria aperta, rappresenta un'importante opportunità di socializzazione". Il che è "perfettamente in linea con l'idea dell'amministrazione comunale di realizzare una città sempre più inclusiva", che ben rappresenta anche lo slogan "Cagliari palestra a cielo aperto". La partenza per tutti è alle 9,32 e sarà scandita dalla voce del GR1. Sabato 21 aprile Vivicittà si trasferirà al carcere minorile di Quartucciu, uno dei 25 istituti interessati a livello nazionale. "Vivicittà è la corsa di tutti - ha rimarcato Petro Casu, presidente provinciale UISP - di tutti quelli che hanno a cuore i diritti. Di tutti quelli che hanno a cuore l'ambiente. Di tutti coloro i quali sono contro la violenza sulle donne, contro l'omofobia". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie